Santarcangelo di Romagna
Piazza Ganganelli, al centro

Monumento ai caduti della prima guerra mondiale

Il monumento poggia su sette gradini di pietra ed è composto da una stele in travertino e pietra arenaria e da un gruppo scultoreo in bronzo. la stele è un parallelepipedo di pietra, in parte deteriorato, affiancato da due semicolonne scanalate sormontate da capitelli formati da due colonnette che sembrano fasci littori, a loro volta affiancati da elementi ormai poco leggibili. sopra il basamento si erge un gruppo scultoreo in bronzo, composto da tre figure posizionate in modo simmetrico e compatto. due figure femminili, la madre e la sposa dolenti, sorreggendo uno scudo sul quale è adagiato il soldato morto.

Data di realizzazione
1925 - 04/11/1928

Note Storiche: 

L'opera rispecchia pienamente i canoni e la simbologia di regime. Due figure femminili, la madre e la sposa dolenti, avanzano sorreggendo il soldato morto. Il corpo del giovane è nudo, mollemente adagiato su uno scudo ricoperto da un drappo che ricade a terra, e forma una curva perfetta che parte dalla testa reclinata all'indietro fino ai piedi. Le donne, dalla corporatura mascolina, indossano vesti molto aderenti che lasciano intravedere la tensione della muscolatura e delle vene. La composizione ricorda antiche sculture classiche, dove il corpo del soldato giovane e atletico viene condotto da eroe verso l'Ade. Questa interpretazione si ispira al motto spartano "O con questo o su questo!", giuramento con il quale l'antico guerriero prometteva di difendere la patria, o vincere o morire, senza mai abbandonare lo scudo per paura del nemico. Nel 1922 sorse un Comitato per onorare i Caduti, mentre nel 1924 pervennero i primi disegni e bozzetti di vari artisti per la realizzazione del ricordo marmoreo. L'opera fu affidata allo scultore forlivese Bernardino Boifava, impegnato anche nel monumento ai caduti di Rimini. Realizzata nel 1925, come si legge nella targhetta in basso, fu inaugurata soltanto nel 1928. Bibliografia: "Numero Unico Pro Monumento ai Caduti: Santarcangelo di Romagna - 4 Novembre 1925", Savignano, Tip. P. Pascucci e C.; A. Panzetta, "Nuovo dizionario degli scultori italiani dell'Ottocento e del primo Novecento", Edita da Adarte, Torino, nuova ed. 2003, vol. 1, p. 97. Sitografia: http://www.santarcangelodiromagna.info/; http://www.artefascista.it/; http://www.lacivicacittadighedi.it, tratto da Bernardino Boifava di Angelo Bonini.

Informazioni e dati tecnici

OGGETTO
Definizione Monumento ai caduti
Tipologia a basamento
Soggetto allegoria della morte del soldato
LOCALIZZAZIONE
Stato Italia
Regione Emilia-Romagna
Comune Santarcangelo di Romagna
COLLOCAZIONE
Spazio viabilistico Piazza Ganganelli
Collocazione Specifica al centro
CRONOLOGIA
Da 1925
A 04/11/1928
AUTORE
Riferimento all'intervento scultore
Nome Boifava Bernardino
Committenza Comitato Pro Monumento ai Caduti in Guerra
Data Committenza 1924
DATI TECNICI
Materia e Tecnica bronzo/ fusione
travertino
pietra
Unità di misura cm
Altezza 300

Iscrizioni

Lato est, al centro
sa[------]
di[------]
ai[------]
ne[------]
di[------]
Lato nord, in basso a destra
b. boi(fava)
Lato ovest, al centro
iv novembre
mcmxxviii
anno vii [---]
Lato est, su targa metallica fissata sul settimo gradino dove poggia il monumento
monumento ai caduti
1925
realizzato dallo scultore forlivese bernardino boifava
a ricordo dei caduti della prima guerra mondiale.